• Home
  • Programma 2019

PROGRAMMA

Anche per questa nona edizione “Venezia a Napoli. Il cinema esteso” dedica una particolare attenzione agli autori giovani e alle cinematografie più lontane, che mancano dagli schermi cittadini. Occasione dunque irripetibile di incontrare degli autori e vedere le loro opere in lingua originale. Si apre con il regista libanese Ahmad Ghossein, vincitore della Settimana Internazionale delle Critica e poi Shahad Ameen, giovanissima regista degli Emirati Arabi, il francese Antoine de Bary e i cileni Théo Court (Miglior regia a Orizzonti) e Sébastian Munoz. Appuntamenti d’eccezione con il Maestro Giuliano Montaldo, che incontra il pubblico del centro e di Ponticelli per il restauro di Tiro al Piccione del 1961, Enrico Ghezzi che presenta in esclusiva un estratto del suo film in lavorazione Gli ultimi giorni dell’umanità, Franco Maresco Premio Speciale della Giuria a Venezia con La mafia non è più quella di una volta e, infine, con Gérard Meylan, l’attore francese protagonista di Gloria Mundi e ben sedici altri film di Robert Guédiguian.

Nel programma spiccano i documentari evento sull’eclettico Piero Vivarelli e sul regista Claudio Caligari, e numerose anteprime dopo Venezia, in esclusiva a Napoli, tra cui Collective del rumeno  Aleksander Nanau, Ema di Pablo Larraín e i premiati  No.7 Cherry Lane di Yofan (Migliore Sceneggiatura) e Atlantis di Valentyn Vasyanovych (Miglior Film a Orizzonti).

Tanti gli incontri con il pubblico: Francesco Di Leva, Stefano Cipani, Nunzia De Stefano, Maddalena Stornaiuolo, Stefano Francia Di Celle e per finire un doppio omaggio a Federico Fellini, verso i 100 anni dalla nascita (gennaio 2020) con il restauro de Lo sceicco bianco proiettato per le scuole  e  Federico Fellini in frames, pillole dall’Archivio Luce.

Antonella Di Nocera

MARTEDÌ 22 OTTOBRE

ASTRA

Giornata nel segno di Edgar Reitz, l’autore dei grandi cicli di Heimat, protagonista d'una lunga intervista nel documentario firmato da Anna Hepp. Poi c’è l’esordio alla regia di Nunzia De Stefano, Nevia, storia di adolescenza nella periferia est di Napoli. Infine i due vincitori della Settimana della Critica, il corto di Chiara Marotta e il lungometraggio All This Victory, del libanese Ahmad Ghossein.

MERCOLEDÌ 23 OTTOBRE

ASTRA

Trittico d’autore all'Astra: Scales, storia al femminile della giovane regista degli Emirati Arabi Shahad Ameen; il film del concorso Gloria Mundi, in cui Robert Guédiguian continua a parlare della contemporaneità attraverso il suo microcosmo marsigliese; State Funeral, la cerimonia della sepoltura di Stalin rivista da Sergei Loznitsa grazie allo scavo tra materiali d’archivio inediti.

GIOVEDÌ 24 OTTOBRE

ASTRA · LA PERLA · MODERNISSIMO

Giornata di classici: la versione restaurata de Lo Sceicco bianco di Federico Fellini; Bu San (Goodbye, Dragon Inn), capolavoro del 2003 del regista taiwananse Tsai Ming- Liang; e Tiro al piccione, il film di Giuliano Montaldo del 1961 che riaprì la pagina della Repubblica di Salò. Montaldo sarà il grande ospite della giornata, insieme a Enrico Ghezzi, che racconterà il progetto de Gli ultimi giorni dell’umanità, film-saggio in itinere basato sul montaggio di brani del suo sterminato archivio d’immagini.

VENERDÌ 25 OTTOBRE

ASTRA · ISTITUTO FRANCESE · PIERROT · VITTORIA AVERSA

Protagonista il cinema cileno, con El Principe di Sebastián Muñoz, vincitore del Premio Orizzonti Per La Migliore Regia; Blanco en blanco di Théo Court e, dal concorso, l’ultimo controverso film di Pablo Larraín, Ema. La giornata è completata da Bombay Rose della cineasta indiana Gitanjali Rao, la storia dell’eterno Peter Pan di Mes jours de gloire di Antoine de Bary.

SABATO 26 OTTOBRE

ASTRA · MAGIC VISION CASALNUOVO

Un nuovo grande film dalla vivacissima cinematografia rumena, Colectiv di Alexander Nanau. L’ucraino Atlantis di Valentyn Vasyanovych, Miglior Film nella sezione Orizzonti, e infine Life as a B-movie: Piero Vivarelli, documentario che ricostruisce la vita irrequieta e la filmografia caleidoscopica di un regista di B-movies versato in tutti i generi.

DOMENICA 27 OTTOBRE

ASTRA · TEATRO RICCIARDI CAPUA

Oggi in programmazione la migliore sceneggiatura del concorso di Venezia 76, No.7 Cherry Lane di Yonfan; il pessimismo della ragione e dell’emozione di Franco Maresco, ospite di Venezia a Napoli, che ripercorre le ossessioni del suo cinema morale ne La mafia non è più quello di una volta; e un documentario omaggio al cinema di un grande irregolare, Claudio Caligari, autore cult di Amore tossico, L’odore della notte e Non essere cattivo.

LUNEDÌ 28 OTTOBRE

ACCADEMIA DI BELLE ARTI · ISTITUTO FRANCESE

Venezia a Napoli si conclude con una giornata dedicata ai cortometraggi della Settimana della Critica e allo stilista Pierre Cardin, grazie ad House of Cardin, un film che lo racconta accedendo ai suoi archivi e tramite interviste inedite.

Federico Fellini in frames

Pillole dell’Archivio storico Luce

a cura di Nathalie Giacobino
Tutte le proiezioni di Venezia a Napoli sono precedute dalle Pillole d’Archivio dell’Istituto Luce Cinecittà. 18 “piccolissimi film” da un minuto o poco più, tratti dall’immenso Archivio Storico Luce. Il protagonista unico è Federico Fellini: un omaggio doveroso in vista del centenario della nascita, il 20 gennaio del 2020.