FILM

RESIDUE

di Merawi Gerima

USA, 2020 / 95’

WATCH ON DEMAND

dalle ore 12 del 16/12 alle 24 del 17/12

SINOSSI

Quando Jay torna a casa, la gentrificazione ha reso irriconoscibile il suo quartiere. Demetrius, il suo migliore amico ai tempi dell'infanzia, è scomparso. Tra quelli rimasti, nessuno si fida e risponde alle sue domande. La frustrazione aumenta quando comprende di essere diventato un estraneo nella sua città, attaccato da tutti i lati. Jay, allora, fa visita al suo ultimo amico, Dion, in carcere. Un incontro che gli lascia un senso ulteriore di impotenza e rabbia. Alla fine, anche su Jay, per un banale diverbio, incombe lo stesso destino che ha colpito i suoi amici.

COMMENTO DEL REGISTA

“Quando frequentavo le scuole medie, i miei genitori fecero le valigie per trasferirsi in una zona diversa di Washington. Ogni volta che torno nel mio vecchio quartiere, un altro amico d'infanzia se ne è andato, è scomparso, è in carcere o è stato ucciso. Era un quartiere vivace che nel corso del tempo è stato annientato dallo spaccio di droghe, dai disinvestimenti e dagli eccessi della polizia. Il quartiere è stato raso al suolo. Residue è il mio tentativo, con le parole di Dominique Christina, di "rimpolpare quelle ossa".

BIOGRAFIA DEL REGISTA

Merawi Gerima (Washington, 1988). Le sue origini hanno caratterizzato il suo lavoro e ha determinato il suo interesse per la comunità. Residue è il frutto di un’impresa collettiva, autoprodotta, resa possibile dallo sforzo di quelle stesse persone che il film tenta di rappresentare. Merawi Gerima porta a Venezia, nella sua personale testimonianza, la voce di Black lives Matter.

NOTE

Giornate degli Autori

CAST

  • Con
    Obinna Nwachukwu, Dennis Lindsey, Taline Stewart

Incontro con Merawi Gerima

17 dicembre ore 19