FILM

J’ADOR

di Simone Bozzelli

Italia, 2020 / 16’

WATCH ON DEMAND

dalle ore 12 del 19/12 alle 24 del 20/12

SINOSSI

Roma. Claudio ha quindici anni e qualcuno gli sta scrivendo in fronte “J’ador” perché profuma come una femminuccia. È Lauro, il leader diciottenne di un gruppo di ragazzi che dicono di essere fascisti. Claudio vuole andare con loro alla “cena” in sezione, ma alla cena si va solo se si fa parte del gruppo. Per ottenere ciò, Claudio deve perdere il suo profumo da ragazzino e imparare ad odorare come un uomo.

COMMENTO DEL REGISTA

“Questo cortometraggio è nato grazie al mio sceneggiatore, Tommaso Favagrossa, che aveva fatto una ricerca sull'ambiente studentesco romano, sempre più contaminato dai partiti di estrema destra. Questi gruppi di destra “colonizzano” le scuole superiori romane. Abbiamo cominciato ad approfondire, ad informarci anche da articoli di giornale e abbiamo incontrato Christian Raimo, di «Internazionale», che ha scritto un bellissimo libro, Ho 16 anni e sono fascista. Questo ha costituito l'humus narrativo di J'ador, ma la storia dei ragazzi fascisti è solamente uno sfondo per raccontare altro, quello che poi che mi interessa di più, ovvero i rapporti di forza all'interno di un tessuto sentimentale. Quello che si crea tra Lauro e Claudio, i due protagonisti.”

BIOGRAFIA DEL REGISTA

Simone Bozzelli (Silvi, 1994). Si trasferisce a Milano e si diploma alla NABA in Media Design e Arti Multimediali. Ha scritto e diretto i cortometraggi Mio Fratello (2015) e Loris sta bene (2017), entrambi presentati in numerosi festival cinematografici internazionali. Dal 2018 studia regia cinematografica presso il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Il suo cortometraggio Amateur (2019) è stato in concorso alla 34. Settimana internazionale della critica di Venezia.

NOTE

SIC@SIC Short Italian Cinema alla Settimana Internazionale della Critica
Premio al Miglior Cortometraggio

CAST

  • Con
    Claudio Segaluscio, Federico Majorana, Lorenzo Amici

Incontro con i registi dei corti SIC@SIC

20 dicembre ore 19