FILM

OMELIA CONTADINA

di Alice Rohrwacher e JR

Italia, Francia, 2020 / 10’

WATCH ON DEMAND

Disponibile sul canale YouTube della Cineteca di Bologna

SINOSSI

In una comunità ciascuno contribuisce come può a sostenere le necessità di tutti. Alice fa parte di una comunità di donne e uomini che vivono in un ampio territorio di confine tra Lazio, Umbria e Toscana, legati da contatti e relazioni la cui trama nasce da bisogni diversi: socialità e connessione, rapporti di fiducia e amicizia, legame con la terra, difesa del territorio, disponibilità di cibo sano.

COMMENTO DEI REGISTI

“Nell’autunno scorso durante una passeggiata sul confine tra Umbria, Lazio e Toscana, raccontavo all’amico e artista JR le mie preoccupazioni sulla distruzione del paesaggio agrario, violato dal proliferare di monoculture intensive che stanno plasmando interi territori. Gli raccontavo, da figlia di un apicoltore, della grande moria di insetti che ne deriva, e delle lotte dei piccoli contadini che provano ad arginare questo fiume in piena di speculazioni, sussidi, pesticidi. Mentre guardavamo il paesaggio segnato da file ininterrotte di noccioli ci siamo detti che sembrava un cimitero. Sulla via del ritorno abbiamo deciso: se sembra un cimitero, dobbiamo celebrare un funerale. Ma che sia un funerale pieno di vita!”

BIOGRAFIE DEI REGISTI

Alice Rohrwacher (Fiesole, 1980). Nel 2005 ha partecipato, come sceneggiatrice, montatrice e direttrice della fotografia a Un piccolo spettacolo di Pierpaolo Giarolo. Nel 2006 dirige La Fiumara, prodotto da Carlo Cresto-Dina. Nel 2011 il film Corpo celeste, presentato nella Quinzaine des réalisateurs del Festival di Cannes di quell’anno, le vale il conferimento del Nastro d’argento al miglior regista esordiente. Nel 2014 vince il Grand Prix Speciale della Giuria al Festival di Cannes 2014 con Le meraviglie. Nello stesso anno prende parte al film collettivo 9×10 Novanta presentato al Festival di Venezia. Nel 2018 il suo ultimo lungometraggio, Lazzaro Felice, partecipa al concorso principale del Festival di Cannes, dove vince il premio per la miglior sceneggiatura.

JR (Parigi, 1983). Artista francese che utilizza la tecnica del collage. Ideatore del progetto 28 Millimeters (2004), ha continuato in Medio Oriente con Face 2 Face (2007), in Brasile e Kenya per Women Are Heroes (2008-2011), il documentario presentato al Festival di Cannes nel 2010 (Settimana della Critica). Nel 2011 ha ricevuto il Ted Prize. Nel 2016, JR ha fatto “sparire” la piramide del Louvre con l'aiuto di una sorprendente anamorfosi. Nel 2017 ha co-diretto con Agnès Varda Visages villages, proiettato lo stesso anno nella selezione ufficiale fuori concorso per il Festival di Cannes. Il film ha vinto il Golden Eye ed è stato nominato per un César e un Oscar nella stessa categoria nel 2018.

NOTE

Fuori Concorso - Corti

CAST

  • Con

    Luciano Vergaro, Dario Sforza, Iris Pulvano

Incontro con Jasmine Trinca e Alice Rohrwacher

15 dicembre ore 19