OSPITI

AMOS GITAI

Regista

Sarà ospite di Venezia a Napoli
sabato 27 ottobre.

Biografia

"Vengo da una famiglia in cui il cinema non era considerato una grande arte. Durante la guerra del Kippur il mio elicottero fu colpito. Il mio compagno che era seduto come stiamo noi due adesso, a circa un metro e mezzo da me, fu decapitato da un missile siriano, che penetrò il nostro elicottero. Mi venne detto nel linguaggio molto asciutto dell'esercito che, statisticamente, il fatto che fossi vivo, era considerato un'eccezione. Allora decisi di sfruttare questo errore statistico e di dire un paio di cose che avevo dentro e che mi turbavano".

Autore complesso, regista, architetto, artista, Amos Gitai è un indiscusso maestro del nostro tempo. Da 40 ani conduce una poliedrica attività in direzioni creative diverse, che spaziano dal documentario alla finzione, dalla performance al teatro e alle installazioni. Le sue posizioni duramente critiche nei confronti del suo paese lo hanno portato a girare fuori del suo paese, finché nel 1993 ha scelto di tornare a lavorare in Israele. Negli ultimi anni il suo impegno politico, civile e morale si è focalizzato sempre più sull’analisi della situazione mediorientale, portando il regista da Kippur in poi indagarne le radici storiche, le ragioni nascoste, ponendole a confronto con la drammatica e insostenibile attualità dell’oggi. Così la sua opera cinematografica continua da molti anni a rappresentare una visione del mondo a partire da Israele, un luogo di conflitto che più di ogni altro rappresenta le fratture della seconda metà del Novecento. La sua filmografia ne è la testimonianza.

Ahare, 1974
Charisma, 1976
Political Myths, 1977
Shikun, 1977
Architectura, 1978
Wadi Rushima, 1978, primo film della Trilogia di Wadi
Bikur Carter B'Israel, 1979
Cultural Celebrities, 1979
M'Ora'ot Wadi Salib, 1979
Bayit, 1980
In Search of Identity, 1980
American Mythologies, 1981
Wadi, 1981, secondo film della Trilogia di Wadi
Ananas, 1984
Bangkok Bahrain, 1984
Regan: Image for Sale, 1984
Homan Sadeh (Giornale di campagna), 1984
Esther, 1986
Brand New Day, 1987
Berlin-Yerushalaim, 1989
Wadi 1981-1991, 1991, terzo film della Trilogia di Wadi
Golem - Lo spirito dell'esilio, 1992
Gibellina, Metamorphosis of a Melody, 1992
Te'atron Hahaim (Teatro per la vita) 1994
The Neo-Fascist Trilogy: I. In the Valley of the Wupper (Nella vallata della Wupper), 1994
The Neo-Fascist Trilogy: II. In the Name of the Duce, 1994
The Neo-Fascist Trilogy: III. Queen Mary, 1994
Nascita di un Golem, 1995
L'inventario (Devarim), 1995
Zirat Ha'Rezach, 1996
Milim, 1996
War and Peace in Vesoul, 1997
Giorno per giorno (Yom Yom), 1998
A House in Jerusalem, 1998
Tapuz, 1998
Zion, Auto-Emancipation, 1998
Kadosh, 1999
Kippur, 2000
Eden, 2001
Israel, episodio del film 11 settembre 2001 (11'09"01 - September 11), 2002
Verso oriente (Kedma), 2002
Alila, 2003
Bem-Vindo a São Paulo, 2004
Terra promessa (Promised Land), 2004
Free Zone, 2005
Le dibbouk de Haifa, episodio del film Chacun son cinéma, 2007
Disimpegno (Disengagement), 2007
Plus tard, 2008
Carmel, 2009
La guerre des fils de la lumière contre les fils des ténèbres, 2009
Roses à crédit, 2011
Lullaby to my father - documentario, 2011
Ana Arabia, 2013
Venice 70: Future Reloaded - documentario, 2013
The Book of Amos, episodio del film Words with Gods, 2014
Tsili, 2014
Rabin, the last day, 2015
West of the Jordan River, 2016
A Tramway in Jerusalem, 2018
A Letter to a Friend in Gaza - cortometraggio, 2018