NON C’E’ PACE TRA GLI ULIVI

di Giuseppe De Santis

PIERROT Venerdì 27 ottobre · Ore 9:30

MODERNISSIMO Venerdì 27 ottobre · Ore 10:00

ASTRA Domenica 29 ottobre · Ore 17:30
Italia (1950) / 107’
  • Lingua
    Italiano
  • Cast
    Raf Vallone, Lucia Bosè, Folco Lulli, Maria Grazia Francia, Dante Maggio, Michele Riccardini, Vincenzo Talarico, Piero Tordi, Attilio Torelli
  • Sceneggiatura
    Libero De Libero, Carlo Lizzani, Giuseppe De Santis, Gianni Puccini
  • Fotografia
    Piero Portalupi
  • Montaggio
    Gabriele Varriale
  • Scenografia
    Carlo Egidi
  • Musica
    Goffredo Petrassi

SINOSSI

Il pastore Francesco Dominici, tornato dalla guerra, cerca invano lavoro nella sua terra segnata dagli eventi bellici. Una notte, per vendicarsi di un furto di pecore subito dalla sua famiglia e perpetrato dal losco Agostino Bonfiglio, arricchitosi con la borsa nera e l’usura, va a riprendersi le sue pecore con l’aiuto della sua innamorata Lucia e della sorella Maria Grazia, ma viene denunciato e arrestato.

COMMENTO DEL REGISTA

Il bello è che, tutto sommato, questo mio film "Non c’è pace tra gli ulivi" ha press’a poco la stessa morale dei film western americani, dove il cowboy è costretto ogni volta a farsi giustizia da solo contro il prepotente, mettendosi – per raggiungere lo scopo, cui partecipa tutto il pubblico – anche contro la legge, che alla fine tuttavia lo assolve. Quasi sempre, infatti, lo sceriffo arriva due minuti dopo, vede il risultato dell’azione, dà una pacca amorevole e paterna sulle spalle dell’onesto cowboy, lo aiuta, gli offre buoni consigli e, se addirittura non dice “bravo” e “viva” con la bocca, parlano però i suoi occhi affettuosi. Tratto da "Non c’è pace tra gli ulivi. Un neorealismo postmoderno", a cura di Vito Zagarrio, Roma, Scuola Nazionale di Cinema, 2002.

NOTE

Venezia Classici
Restauro a cura di CSC-Cineteca Nazionale, in collaborazione con CristaldiFilm di Zeudi Araya e Massimo Cristaldi, Laboratorio Fotocinema, Laboratorio CSC-Cineteca Nazionale.